Patriottiche manipolazioni

Europa a due velocità.
Dopo Letta e Prodi, ora Calenda. Si moltiplicano gli appelli per prepararci a restare nel gruppo di testa, dove i vincoli saranno ancora più cogenti.
L’Italia, si afferma, deve aspirare al ruolo di primo piano che le spetta.
In pratica vogliono indurci ad accettare  ulteriori e probabilmente definitive cessioni di sovranità nazionale facendo leva sull’orgoglio di patria. Una contraddizione in termini, ma tant’è a questo siamo…
Ad averne ancora voglia ci sarebbe perfino da ridere.
Con l’ottimismo della volontà, confido che stavolta non ci manipoleranno: dopotutto lo scorso 4 dicembre non ci sono riusciti.
Advertisements

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...