Neolinguismi

Dopo “invidia sociale”, ora “rancore sociale”.
Cosa non si inventerebbero pur di non evocare il caro, vecchio concetto di  “lotta di classe”.

Annunci

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Neolinguismi

  1. tramedipensieri ha detto:

    Ti invito a leggere questo interessante articolo (almeno per me…) di Giovanni Baldaccini “Il tempo della crisi”

    https://scrivereperimmagini.files.wordpress.com/2017/12/baldaccini-il-tempo-della-crisi.pdf

  2. apoforeti ha detto:

    In realtà il Censis spiega, nel suo modo tortuoso perché gli italiani non lotteranno mai; lo spiega meglio Roberto Pecchioli: sono “Un popolo di ignoranti soddisfatti di sé che attribuisce sempre agli “altri” (politica, governo, economia) i mali che depreca, gli insuccessi di cui è protagonista”.

    • Mauro Poggi ha detto:

      Mah, non sono così pessimista. È vero che sono decenni che non riusciamo più a esprimere una classe politica appena decente, ma questo è uno stordimento generalizzato che non appartiene solo a noi, praticamente è una specie di pandemia. Credo che prima o poi riusciremo a trovare dentro di noi le risorse per uscirne: ci siamo riusciti già tre generazioni fa, non vedo perché non dovremmo riuscirci di nuovo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...