Fondamentalismi

“I realize the tragic significance of the atomic bomb … It is an awful responsibility which has come to us … We thank God that it has come to us, instead of to our enemies; and we pray that He may guide us to use it in His ways and for His purposes”.

“Capisco il tragico significato della bomba atomica… È una terribile responsabilità quella che ci è toccata… Ringraziamo Dio che è toccata a noi invece che ai nostri nemici; e preghiamo che Egli ci possa guidare per usarla in conformità ai suoi disegni e ai suoi scopi”.

Harry Truman a proposito delle bombe su Hiroshima e Nagasaki, il 6 e 9 agosto 1945.

Solo settant’anni fa il Presidente degli Stati Uniti postulava che un qualunque ordigno, e un ordigno nucleare in particolare, possa essere usato in conformità ai voleri di Dio.

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni, Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Fondamentalismi

  1. Riyueren ha detto:

    Troppo spesso il “volere di Dio” è stato (ed ancora lo è, purtroppo) invocato per giustificare i peggiori crimini.
    Solo noi esseri dis-umani siamo capaci di pregare prima di andare a uccidere e magari prima ancora qualcuno ci ha benedetto pure le armi che useremo.

    • Mauro Poggi ha detto:

      Pensavo infatti a quello che succede oggi, e a come i pretesti invocati siano sostanzialmente sempre gli stessi nonostante i millenni trascorsi.

      • Riyueren ha detto:

        Parole (e non sono solo parole, peraltro) come anche libertà,amore e non solo Dio…se penso a come ancora oggi sono usate..perché “usare” è il verbo adatto…e spesso anche trasformate fattivamente nel loro esatto contrario pur mantenendo l’aspetto esteriore..resta solo l’involucro…Non mi abituerò mai a tutto questo.

  2. Walter ha detto:

    Domandone: come si fa a stabilire cosa è conforme e cosa no?
    In dubis abstine.

  3. marines ha detto:

    nessuna speranza

  4. Sendivogius ha detto:

    E’ una nazione che “confida in dio”, che nei tribunali giura sulla Bibbia…
    E il fatto che uno possa anche non considerare tali i “testi sacri” è un’ipotesi che non sfiora nemmeno i devoti americani.
    Hanno un inno nazionale che è un invocazione alla guerra. And this be our motto: “In God is our Trust.” Giusto per non sbagliarsi e rimarcare il concetto.
    In tempi più recenti, hanno anche eletto un presidente “in missione per conto di dio” (come i Blues Brothers!) che, tra una sbronza e l’altra, con l’Onnipotente ci parlava direttamente (non so se si telefonassero la sera)… Era ovviamente il dio degli eserciti che si raccomandava di fare la guerra in suo nome.

    http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2005/10_Ottobre/07/bush.shtml

    Insomma, niente di nuovo come da tradizione.
    Tutto sta nel circoscrivere le recrudescenze di un morbo contenibile, al quale non v’è però rimedio di guarigione. Perché come diceva Voltaire: “una volta che il fanatismo ha incancrenito il cervello, la malattia è quasi incurabile”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...