Nativi


aborigeno.australiano-300x215

“Nel 1988, alla vigilia del bicentenario della colonizzazione bianca [dell’Australia], l’antropologo Peter White e il più famoso studioso australiano di preistoria, il professor Mulvaney, fecero una scoperta sensazionale. Riferirono che nel 1788 la popolazione indigena assommava a 750.000 individui, cioè tre volte più di quanto considerato fino a quel momento.
Ne concludevano che negli anni immediatamente successivi all’invasione [bianca] fossero morte più di 600.000 persone.
La notizia venne pubblicata a pagina 16 del Sunday Morning Herald, in un trafiletto che il giornale riservava alle questioni ambientali e firmato dal ‘nostro corrispondente per l’ambiente’Aborigeni - catene
La scoperta di Mulvaney e White venne sostenuta dalle nuove storiografie di H. Reynolds, R. Fitzgerald, N. Butlin e altri che, letteralmente, scrissero la storia degli aborigeni sulle pagine bianche di una storia dell’Australia che fino a quel momento era stata la favola eroica dell’uomo bianco che combatte contro la natura ostile, una conquista nazionale priva di neri, donne o altri fattori di disturbo.
Inserendo gli aborigeni, il racconto veniva fuori completamente diverso. Diventava una storia di furto, sfruttamento e guerra, una storia di massacri e resistenza. Diventava una storia di rapina simile a quella degli Stati Uniti, dell’America Latina, dell’Africa e dell’Asia coloniali. Diventava soprattutto una storia politica “.

Aborigeni -  John Pilger

(John Pilger, “I nuovi padroni del mondo” – Capitolo “I prescelti”)

Aborigeni - Pilger

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...