I fantastici libri volanti del Signor Morris Lessmore

.

Dato il clima natalizio, propongo questo poetico cortometraggio da tempo in rete, che forse molti avranno già visto (devo l’idea al blog spagnolo Iniciativa Debate).

Diretto da William Joyce e Brandon Oldenburg, nel 2011 vinse un premio oscar nella categoria miglior cortometraggio animato. È la delicata storia di un aspirante scrittore, il signor Morris Lessmore, che viene sorpreso da un violento uragano e trascinato in un luogo privo di colori, dove la gente vaga smarrita. Da qui ha inizio un’avventura che lo porterà a diventare il bibliotecario della casa dei libri volanti.

Secondo le stesse parole degli autori, il racconto ha tratto ispirazione dall’uragano Katrine, dal film “Il Mago di Oz”, dall’attore Buster Keaton e dall’amore per i libri (quello di Lewis Carrol, Alice Attraverso lo Specchio, è richiamato dal personaggio del libro che istruisce il sig Morris, Humpty Dumpty).

Come tutte le favole anche questa è un’allegoria, e come tutte le allegorie ognuno potrà interpretarla come gli pare. Un aiuto forse ci viene dalle poche frasi che riusciamo fuggevolmente a leggere del libro che Mr Morris sta scrivendo:

My further investigations have turned many of my long held opinions into ask! The many and varied points of view I have encountered  do not confuse, but enrich. I laugh. I cry. I seldom understand things, but […]” (Ulteriori riflessioni hanno trasformato le mie antiche certezze in domande! I molti e diversi punti di vista che ho trovato non confondono ma arricchiscono. Rido. Piango. Raramente capisco le cose ma […])
Più avanti, all’ombra di un albero:
I go round and round the mulberry bush. Why does the weasel go pop? Does it matter? If life is enjoyable does it have to make sense?  (Faccio il girotondo intorno al gelso [riferito ad una famosa filastrocca che è anche la colonna sonora del cortometraggio]. Perché la faina squittisce? Ma poi, importa? Se la vita è piacevole è proprio necessario che abbia un senso?)

Già: se la favola vi è piaciuta, è davvero indispensabile trovarle un significato?
Auguro a tutti una buona visione, e  di ricevere in regalo per Natale almeno un libro, volante o no poco importa. Il signor Morris ne sarà felice.


.

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Narrazioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a I fantastici libri volanti del Signor Morris Lessmore

  1. cordialdo ha detto:

    Ciao, Mauro. Me l’ero perso! Un delizioso dono natalizio. Cordialissimi auguri a te e molti saluti. Osv.

    • Mauro Poggi ha detto:

      Sì, è molto bello. L’ho ritrovato in un post di un blog spagnolo e ho pensato che era l’occasione per riproporlo. Purtroppo non sono riuscito a trovare la versione in alta definizione.
      Contraccambio di cuore gli auguri

  2. tramedipensieri ha detto:

    Auguri!
    Buone festività!

    E viva i libri, sempre…

  3. Adriana ha detto:

    Mauro, proprio un bel regalo! L’ho girato a un gruppo di cui faccio parte, dicendo che viene da un amico.
    Buon proseguimento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...