Grecia: il cancro può attendere.

Da: ilfattoquotidiano.it

Da: ilfattoquotidiano.it

Sull Washington Post il Ministro della sanità Adonis Georgiadis ha smentito chi sparge voci allarmistiche sulla situazione sanitaria in Grecia: tutti gli ospedali pubblici continuano a fornire assistenza ai casi di emergenza, quale che sia la situazione assicurativa del paziente.

“Tuttavia – ha precisato – una malattia come il cancro non è considerata urgente, a meno che non sia allo stadio terminale”.

Adonis Georgiadis: Koolnews.gr

Adonis Georgiadis: Koolnews.gr

Annunci

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Grecia: il cancro può attendere.

  1. cordialdo ha detto:

    L’unico commento possibile è che certi “pronto soccorso” anche in Italia, non solo al sud, incominciano ad assomigliare alla foto scattata in Grecia!
    Infatti, anche in Italia si risparmia sulla sanità chiudendo ospedali e riducendo i posti letto PER COMPRARE F35 e realizzare la TAV in Valsusa. Le fonti delle mazzette per arricchire i politici locali e nazionali! E non illudiamoci che il governo Renzi migliorerà la situazione. Renzi è già integrato nel sistema da quando aveva i calzoni corti!

    • Mauro Poggi ha detto:

      Già. Mi auguro solo che a quegli elettori PD ancora convinti di votare a sinistra risulti finalmente chiara, con Renzi, l’involuzione di questo partito verso posizioni ultra-liberiste. Si tratta di un auspicio, ma l’esperienza mi ha insegnato che per una moltitudine di persone l’elaborazione del lutto è impossibile, per cui temo che lo “zoccolo duro” continuerà imperterrito a premiarlo con il voto.

      • cordialdo ha detto:

        Purtroppo, sono pessimista quanto te, anche perchè il “cazzaro” la sa raccontare e da buon “venditore di fumo” ha tanti protettori, nelle cosiddette Istitituzioni, nell’inesistente Pd come partito di sinistra almeno pallida, e, soprattutto, finchè serve, gode dei favori del suo omologo che è all’opposizione ma, sotto banco, gli garantisce anche al Senato la maggioranza, magari comprandola a proprie spese. Tanto ne ha tanti soldi non sudati ma frodati al Fisco, cioè agli imbecilli che continuano a votarlo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...