Cipro, arriva il memorandum

§

Nel post precedente riportavo le preoccupazioni di Varoufakis sulle condizionalità che sarebbero state imposte a Cipro per il salvataggio. Al momento in cui scriveva (25 marzo), il memorandum d’intesa non era ancora stato definito, ma non occorreva essere indovini per immaginare dove sarebbe andato a parare.

“The Memorandum of Understanding [osservava Varoufakis] has not been written up yet and, thus, the deal is utterly incomplete. In particular, we have no idea what degree and type of austerity will be imposed upon a collapsing social economy. Given the troika’s track record, it is almost certain that yet again they will elect an austerian package bound to crush the weaker Cypriots with ever-increasing verve”: il memorandum di intesa non è ancora stilato, quindi l’accordo è ancora largamente incompleto. In particolare, non abbiamo idea circa grado e tipo dell’austerità che verrà imposta su un’economia sociale al collasso. Dati i trascorsi della troika, tuttavia, è quasi certo che ancora una volta si prescriverà un austero pacchetto di misure diretto a schiacciare i più deboli con vigore ancora più grande.

Una facile profezia, confermata dalla bozza trapelata oggi del MoU, acronimo di Memorandum of Understanding, ossia Protocollo di Intesa.
Per gli amici: Diktat.

Sull’utilissimo blog Voci dall’Estero troverete il riassunto delle 24 pagine che lo compongono, nonché il link per accedere al documento integrale.

Si tratta (ma va’?) del solito elenco di provvedimenti ispirati alla dottrina europea del darwinismo sociale, applicata dalla troika con ostinazione fideistica in virtù dei successi che tutti noi possiamo costatare (vedi alle voci Grecia, Portogallo, Spagna, Italia): privatizzazioni, riforma delle pensioni e del mercato del lavoro, tagli alla sanità, aumento IVA, revisione dei sussidi alla disoccupazione affinché “non costituiscano disincentivo alla ricerca di un impiego”…

La ricetta è stata approntata dal capo delegazione della troika a Cipro, signora Delia Velculesco (in nome omen?), economista del FMI.
Olivier Blanchard, capo economista al FMI, in un recente working paper, aveva ammesso che il moltiplicatore fiscale assunto per valutare l’impatto negativo delle misure di austerità sul PIL di un paese, si è rivelato essere largamente sottostimato: nella realtà esso incide da due a tre volte di più (cfr Il Sole 24 Ore).
Ecco come si spiega il mistero delle continue rettifiche alle previsioni!

fonte: zerohedge

Chissà se la signora Velculesco ha letto lo studio del suo capo.

Fatto sta che Cipro si appresta ad entrare felicemente nel club dei paesi suB-europei, o neo-terzomondisti, com’è già accaduto alla Grecia; e con l’identica, amabile prospettiva di restarvi stabilmente per un congruo numero di anni a venire.
A meno di una nuova insubordinazione da parte del parlamento. Auspicabile, ma improbabilissima.

§

Annunci

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Economia e finanza, Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Cipro, arriva il memorandum

  1. Gabriella Giudici ha detto:

    in realtà, non hanno bisogno di legittimarsi (con la la realtà, l’economia, il futuro) perché non incontrano resistenza. Sembrano infatti non darsi molta pena di trovare ragioni plausibili per politiche di rapina che si prefiggono solo quella abbastanza platealmente.

  2. bellezacorazon ha detto:

    grazie per i saluti di condivisione

  3. Godot ha detto:

    “Oops” descrive in maniera adeguata la situazione!!!

  4. sovietunit900 ha detto:

    L’ultimo grafico è bellissimo. In senso tragico. Tra l’altro, è uno degli strumenti che impiegherei per calcolare il danno che “l’errorino” ha causato (e, a quanto pare, continua a causare), perché non mi dispiacerebbe se questo tipo di cosa si pagasse. Anche se, nel caso, dubito che avrebbero mai rivelato quella che viene elegantemente definita una ‘sottostima’.

  5. bellezacorazon ha detto:

    saluti Amico felice inizio di settimana

  6. Federico M. ha detto:

    Propongo, sempre da zerohedge, una interessante analisi delle tempistiche del caso Cipro:

    http://www.zerohedge.com/news/2013-04-08/guest-post-real-cyprus-template-one-youre-not-supposed-notice

    Grazie Mauro, un saluto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...