L’onda lunga neo-liberista è partita con circospezione all’epoca in cui bene o male esisteva ancora un regime concorrente con cui doveva confrontarsi. Mano a mano che questo regime si sgretolava il monopolio ideologico andava consolidandosi; senza più ostacoli l’onda lunga si è trasformata in uno tsunami che prima ha devastato le economie emergenti e ora l’Europa.
Oggi un piccolo burocrate come Monti viene prima spacciato come tecnico insigne e poi come fine politico, e può impunemente riproporre un’agenda che, nell’arco di un solo anno, ha portato al crollo di tutti gli indicatori economici di un’Italia che se all’inizio della cura era sull’orlo di un baratro ora sta precipitando.
https://mauropoggi.wordpress.com/2012/11/10/non-cos-in-fretta/

Fra compiacenze pelose e critiche strumentali, gli utili idioti – dopo avere collaborato con entusiasmo alla “cattura cognitiva” del pensiero progressista ad opera del pensiero neo-liberista (Lakoff) – ne aspettano lo sfracello inevitabile, fiduciosi che parte della carcassa toccherà anche a loro. “Ciò che era politicamente impensabile è stato reso politicamente inevitabile” (Milton Friedman).

Annunci

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...