Islanda

Islanda, il FMI lascia dopo tre anni

La piccola Islanda sta ricominciando a camminare da sola. Le ricette, o meglio i ricatti neo-liberisti del FMI – gli stessi che impone da decenni con esiti drammatici (privatizzare, liberalizzare, smantellare lo stato sociale) forse stavolta non passeranno.
In un mondo ideale quello che succede laggiù sarebbe al centro di un acceso dibattito, soprattutto di questi tempi. La mancanza di informazione è invece totale. Mi chiedo perché. Mi chiedo se le sarà consentito di continuare nella direzione che ha preso.

Temo che siano in molti a brigare perché il tentativo fallisca. E’ dai tempi di Pinochet che il FMI pretende devastanti interventi neo-liberisti ogni volta che un’economia è in crisi, e non so fino a che punto possa permettere che la sua “dottrina” venga messa in discussione.

Annunci

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Economia e finanza, Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...