Berlusconeide

A proposito della prossima manifestazione delle donne contro la cultura berlusconiana, il 13 febbraio, la storica Anna Bravo su Repubblica osserva: “Non capisco perché alcuni uomini debbano fare appello alla propria componente femminile per indignarsi di fronte al cosiddetto Rubygate, mentre avrebbero di che indignarsi in prima persona”.

Ciò è profondamente vero. La cultura berlusconiana stabilisce due rappresentazioni speculari una all’altra: quella della donna come corpo di cui disporre, quella dell’uomo detentore del potere/diritto di usufruirne.

Per dissociarsi da entrambe, quindi,  il punto non è essere uomo o donna,  il punto è appartenere al genere “Persona”.

Annunci

Informazioni su Mauro Poggi

Fotodilettante Viaggiamatore
Questa voce è stata pubblicata in Società e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...